La magia dietro il Sharepoint Workbench.aspx

Qualche secoli fa, non esisteva ne Sharepoint, ne la fantastisca pagina Workbench.aspx.

Come rappresentante della scuola delle “webparts lato server”, ho deciso di dare un occhiata approfondità sul nuovo Framework SPFx (SPFx suona come un progetto segreto è da definitivamente un tocco speciale a Sharpeoint)

La generazione di codice et l’installazione automatica sono funzionalità decisamente utili, ma devo ammettere che sono stato un po stupito quando mi sono reso conto che la mia webpart di test era disponibile nel sul mio environment Sharepoint online.

Come funziona questa magia ? 

La risposta rapida e semplice :

Il Workbench.aspx communica con il gulp serve e richiede la webpart locale.

Quando la pagina Workbench.aspx viene domandata e che il gulp serve non è eseguito, il messagio seguente viene visualizzato :

warning no gulp serve spfx framework workbench.aspx

Per un analisi più approfondità, fate partire il vostro browser preferito, attivate il developer toolbar e il network tracing. Adesso navigate sulla pagina Workbench.aspx che si trova {vostro sito}/_layouts/15/workbench.aspx. Sempre nel developer toolbar, ricercato per esempio il titolo della vostra webpart, nel mio caso Helloworld (a questo punto gulp serve deve essere eseguito).

I dati di base della webpart sono nel file manifest.js che viene domandato dal workbench.aspx

developer toolbar network tracing manifest.js spfx framework workbench.aspx

La webpart si trova in un file separato. Il codice completo e nel file hello-world.bundle.js. Inserite la vostra webpart e ricaricate la pagina con F5. La vostra webpart è stata inviata in un javascript file, come indicato nel immagine seguente.

developer toolbar network tracing bundle.js spfx framework workbench.aspx

Il nuovo approcio per la programmazione Sharepoint migliora vari aspetti dello sviluppo con Sharepoint.

E adesso possibile installare e testare le nostre webparts in tutti gli environment, senza ritardo e senza impatto sui server (perchè le modifiche sono solo temporarie e nel contesto della pagina Workbench.aspx). Questo è un vantaggio importante, sia per i sviluppatori, sia per i nostri clienti.

Alle vostre bacchete magiche !

P.S. : L’introduzione perfetta si trova qui sotto

Setup your development environment

Build your first client-side webpart

Connect to your sharepoint